Le slot machine sono senza nessun dubbio il gioco preferito da coloro che si divertono nei casinò online e sono anche la maggiore fonte di reddito degli operatori che investono in questo settore.

Da quando l’Italia ha deciso di legalizzare il gioco online, l’Erario ha potuto rimpolpare le proprie casse grazie alle entrate derivanti da questo ambito, tuttavia è ancora enorme la fetta di gettito che sfugge allo Stato italiano, si parla di circa 70 milioni di euro.

E’ una montagna di denaro che invece si rimanere in Italia se ne va verso altri Stati e tutto questo perché le slot machine non rientrano nei giochi autorizzati dalla AAMS. La mancata regolamentazione del gioco non ha però fermato gli utenti che, non potendo divertirsi nei siti con il “bollino blu” italiano, trovano il modo di continuare ad alimentare la loro passione scommettendo su siti stranieri che quindi non versano nulla allo Stato italiano.

Fino ad ora le slot online sono state tenute in sospeso per dare modo che avvenisse l’installazione completa delle videolotterie nelle sale da gioco, in modo che i due prodotti non si facessero concorrenza. Ma questo ritardo ha un costo davvero alto, secondo Agipronews, infatti , sul mercato internazionale i giochi da casinò hanno un giro d’affari pari a quello del poker, in Italia invece ai 40 milioni di euro di spesa mensile per il poker rispondono solo 10 milioni di euro per i casinò, è facile quindi capire come ci siano 30 milioni di euro che mancano all’appello.

Ma forse da Dicembre 2012 le cose potrebbero cambiare. Continuate a leggerci!