giocoinpoloniaIn seguito a settimane di scandali politici, il Primo Ministro polacco Donald Tusk ha deciso di vietare il gioco online nello Stato membro dell’Unione Europea. La nuova legislazione renderà illegale tutti i giochi d’azzardo che si svolgeranno fuori dai casinò reali, compreso il gioco online, mentre aumenterà le tasse agli operatori legali di gioco. Il primo disegno di legge sarà pronto nel giro di due settimane.

Un divieto con una particolarità

I giocatori online rimarranno abbastanza indifferenti rispetto ad un altro inasprimento delle leggi sul loro passatempo preferito, dato che numerosi paesi hanno già imposto restrizioni al gioco online. Tuttavia, il divieto polacco non è un divieto tipico, arriva alla vigilia di uno scandalo di gioco che è già costato al Primo Ministro polacco la spina dorsale del suo governo.

Operazione Blackjack
Quattro politici polacchi sono stati costretti alle dimissioni nelle ultime settimane a cause del sospetto che permettessero inappropriate influenze su decisioni politiche, da parte di lobbisti dell’industria del gioco. Uno dei politici dimessi è Miroslaw Drzewiecki, l’ex Ministro dello Sport. Il suo nome figura nella documentazione pubblicata come parte dell’Operazione Blackjack, l’indagine sulla presunta corruzione. Il Ministro della Giustizia sotto accusa e un deputato hanno rassegnato le loro dimissioni.

Reazione
Ci sono voci che affermano che la Polonia ha bisogno di tasse aggiuntive dai casinò per finanziarsi come sede congiunta dei Campionati Europei del 2012. I critici sostengono che tassando l’industria legalizzata del gioco online lo Stato potrebbe guadagnare le stesse entrate, ma la strada della legalizzazione non piace al Primo Ministro Tusk, che sta tentando un ultimo sforzo per riguadagnare la fiducia del popolo verso il suo governo:“…Io ed i miei colleghi vogliamo fare tutto il possibile per convincere i polacchi e l’opposizione della nostra imparzialità” ha affermato Tusk.

Può essere che l’industria del gioco polacca sia vittima di un conflitto tra le parti?